sabato 15 ottobre 2011

Roma, 15 ottobre: la rabbia di pochi 'incazzati' rovina la scena alla maggioranza di 'indignati' pacifici

Auto in fiamme in via Cavour.

Gli 'incazzados' non hanno capito niente dei princìpi universali che ispirano il movimento degli 'indignados'. Che peccato! Una grande occasione mancata, forse l'ultima, per cambiare davvero le cose in Italia. Oh mia patria, sì bella e perduta! 

Quella dei violenti non è indignazione ma stupidità e protagonismo fine a se stesso...Cosa pensate di ottenere così? L'Italia non è già abbastanza in ginocchio? Tra indignazione e rabbia cieca c'è una bella differenza, la prima è costruttiva, è uno stato mentale, un moto dell'anima che spinge a trovare delle soluzioni positive, razionali ai problemi, che si nutre di solidarismo, costanza, spirito critico, determinazione e soprattutto lucidità.

Purtroppo c'è sempre qualcuno particolarmente fazioso che vedendo le auto in fiamme a Roma durante il corteo degli indignati, non perde tampo per gettare discredito sull'intera manifestazione, puntando il dito di fatto anche contro tutti quei manifestanti pacifici che erano la maggioranza assoluta. Rompere il finistrino di un auto per buttarci dentro un mortaretto davanti a tutta quella gente, non credo sia una cosa che passi inosservata. Qualcuno deve aver visto qualcosa. Tra tanta gente ci saranno stati anche dei violenti, non lo metto in dubbio, un centinaio, forse un migliaio, ma perchè si devono subito individuare colpe o azzardare giudizi sommari senza prima aver interpellato la gente che era presente, visionato i filmati, sentito le testimonianze di chi era a pochi metri e che probabilmente ha visto bene cosa è successo e chi è stato?  Mai nessuno che veda oltre l'apparenza...

Magari, chissà, le auto sono state fatte incendiare apposta da infiltrati dei servizi segreti o della polizia stessa, per boicottare la manifestazione, tramite un congegno a distanza. Niente di più facile per chi conosce professionalmente queste tecniche! Ma soprattutto la questura, la prefettura, il sindaco di Roma, il ministro dell'Interno dovevano puntare di più sulla prevenzione: la manifestazione era annunciata da tempo, hanno imposto al corteo di passare da una certa via...allora avevano anche tutto il tempo di far sgomberare le auto parcheggiate in quella via. Perchè non l'hanno fatto? Quello stesso tempo che potrebbe essere stato utile a qualcuno per inserire dei congegni incendiari comandabili a distanza nelle auto.

O è la gente che partecipa alle manifestazioni ad essere stupida? Certo gli organizzatori del 15O avrebbero fatto bene a provvedere un servizio d'ordine interno, tipo designare o preparare, che ne so, 1 manifestante su 10 ad occuparsi della sicurezza e che, in caso di incidenti, deve saper intervenire in qualche modo. Ma non credo che questo basti a giustificare la stupidità di coloro che, usando una violenza inutile, cieca e fine a se stessa, danno fuoco alle auto, ai cassonetti o rompono le vetrine dei negozi! Non voglio credere che i giovani italiani siano così immaturi da non riuscire a seguire delle semplici regole di protesta pacifica; la consapevolezza unitaria delle coscienze è l'unica rivoluzione che può funzionare, specie nel nostro tempo, perchè in un mondo globalizzato o ci si salva tutti o non si salva nessuno.

E infatti qualcosa che non quadra in quei roghi c'è. Le auto in fiamme non sono esplose. Questo vuol dire che le auto devono essere state lasciate apposta senza carburante per evitare che esplodessero i serbatoi. Ma cari giornalisti Rai, avete presente che esplosione fa un serbatoio che esplode? E' in grado di fare dei morti in un raggio di oltre una decina di metri. Invece mi piacerebbe sapere chi sono i proprietari delle auto lasciate in strada nella quasi certezza che qualche esagitato avrebbe potuto compiere su di esse degli atti vandalici. Non credo appartengano tutte a disabili...qualcuno ha fatto dei controlli sulle targhe?

Ma poi, non si puo' certo pretendere che i manifestanti si portino dietro degli estintori. Chi doveva intervenire subito erano gli abitanti delle palazzine di fronte alle quali erano parcheggiate la auto. Se non l'hanno fatto evidentemente è anche perchè quelle auto non appartenevano a nessuno di loro. Insomma, ciò che temo è che quelle auto siano state lasciate lì apposta, senza carburante, da qualcuno per essere appositamente date alle fiamme. Tutto lo fa supporre. A meno che gli italiani che partecipano alle manifestazioni non siano del tutto stupidi, come vogliono farci credere i vari Berlusconi, Gasparri, Brunetta, La Russa e tutta quanta la casta politica. E questa stupidità mi sento di escluderla a priori senza il minimo dubbio.

FATE GIRARE. DIAMO UN NOME A QUESTO SIGNORE
CERCHIATO. SE UN POLIZIOTTO QUESTO DIMOSTRERA' CHE
TUTTO ERA PREVENTIVATO. FARE GIRARE PER PIACERE.
Foto sopra e iniziativa: Pasquino Verita

Nessun commento:

Posta un commento

=============================================================

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UN BLOG ALLA SCOPERTA DELLE PROPRIE IDEE

"La verità non è il bene assoluto, ma ciò che noi, in coscienza, nel corso di una nostra personale ricerca, e a seconda del livello di evoluzione e consapevolezza raggiunti, di volta in volta preferiamo ed eleggiamo come tale".


Follow us on FB!

Havana time

Rome time

Tourism in Cuba (video)

Related videos

Loading...

POST PIU' POPOLARI

SLIDESHOW

GET LOGO OF CUBA-ITALIA BLOG

Aggiungi il widget di Cuba-Italia blog al tuo sito. COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE CODICE e aggiungilo come gadget HTML/JAVA SCRIPT (piattaforma Blogger):

<a href="http://cuba-italia.blogspot.com">
<img src="http://i1006.photobucket.com/albums/af182/giorgi-one/
LOGO_blog_7_little_crop.jpg" alt="Logo Cuba-Italia blog"
border="0" /></a>

Ed ecco come apparirà il logo sul tuo sito o blog:

Logo Cuba-Italia blog

Se hai un sito o un blog e sei interessato allo scambio link, scrivimi una EMAIL con il codice del tuo banner.

Recent Posts