domenica 27 gennaio 2013

La libertà di morire di fame

L'Italia negli ultimi 20 anni, e specialmente nel 2012 con Monti, ha sfiorato il fondo dello spregio dei diritti di un popolo, al punto che persino possedere la casa in cui si vive è diventato un privilegio...Mi viene da pensare alla ex Unione Sovietica, dove a fianco dei diritti garantiti al lavoro e allo studio, veniva assegnato a tutti, gratuitamente, anche un appartamento dove vivere a vita, sul quale non si pagava alcuna tassa, ma solo i consumi effettivi, di gas, luce, telefono, ecc.

Abbiamo per anni criticato la mancanza di diritti dei paesi comunisti, definiti da noi regimi dittatoriali, ma ora da noi è molto peggio. Diceva uno dei piu' amati Presidenti della storia della nostra Repubblica, Sandro Pertini: "Non c'è libertà senza giustizia sociale ma solo la libertà di morire di fame". Aveva ragione, lui sì era un grande!

Comunismo è solidarieta'  tra pari, è la caduta dal piedistallo dei sovrani, è collaborazione trasversale tra le persone per ridurre al minimo le gerarchie.

sabato 26 gennaio 2013

José Pepe Mujica, Presidente dell’Uruguay: un mito

di Fabio Balocco
Un mito. Non so definirlo altrimenti. José Pepe Mujica è un mito. In un mondo in cui la gente si scanna per il potere, per l’accumulo di beni materiali, lui, Presidente dell’Uruguay, si trattiene solo 485 dollari dello stipendio per vivere e destina gli altri 7500 alla beneficenza. Vive di poco, anzi di pochissimo, in una vecchia fattoria senza neppure l’acqua corrente, ma solo l’acqua del pozzo. È vegetariano, è sposato, ha un cane. Se non fosse per due energumeni che gli montano la guardia all’inizio della proprietà, nessuno potrebbe immaginare che lì ci vive il presidente della nazione. Alla BBC ha dichiarato “Mi chiamano il presidente più povero, ma io non mi sento povero. I poveri sono coloro che lavorano solo per cercare di mantenere uno stile di vita costoso, e vogliono sempre di più. E’ una questione di libertà. Se non si dispone di molti beni allora non c’è bisogno di lavorare per tutta la vita come uno schiavo per sostenerli, e si ha più tempo per se stessi”. Mujica ha un passato di sinistra nei Tupamaros, un famoso gruppo di combattenti che si ispirava negli anni sessanta-settanta del secolo scorso alla rivoluzione cubana. Per la sua fede ha trascorso 14 anni in carcere.


Discorso del presidente dell'Uruguay Mujica a Rio+20 



È qualunquista fare un raffronto tra Mujica ed il nostro comunista  migliorista Napolitano, che vive al Quirinale e guadagna 239.192 euro all’anno, aumentati di 8.835 euro nell’anno in corso?

È qualunquista fare un raffronto tra Mujica, che ha rischiato la vita e conosciuto la galera e che dichiara che un politico dovrebbe vivere come la maggioranza dei propri concittadini, con i nostri ex comunisti ed attuali neoliberisti D’Alema, con il suo yacht ormeggiato a Gallipoli, o Fassino, sindaco della città più indebitata d’Italia, con il suo reddito imponibile (anno 2010) di 126.452 euro?


L'articolo continua su  ilfattoquotidiano.it

martedì 22 gennaio 2013

Gli italiani hanno la memoria corta?

Correva l'anno 2003...A distanza di 10 anni (di disastri) e soprattutto in vista delle elezioni di febbraio, voglio riproporre questo: "berlusconi VIDEO CENSURATO", la performance vergognosa al Parlamento Europeo di un nostro ex-eletto-primo ministro, ancora lì, ancora candidato, pronto ad inoculare il suo seme di sventura ai posteri...Rivediamocelo, per non dimenticare!

martedì 15 gennaio 2013

ANTICHE MASSIME (POLITICHE) CINESI (altro che Macchiavelli!)

Guardiamo e osserviamo il capo di un popolo. Se esso è buono, i suoi ministri saranno buoni, se avrà nel cuore la malvagità, malvagità troverà nei suoi ministri.

Coloro che furono ufficiali in regimi precedenti desiderano restaurare l’antica cultura; coloro che sono ufficiali ora desiderano mantenere lo stato attuale e coloro che non sono ufficiali chiedono a gran voce di cambiare tutto.

Se una disputa va per le lunghe, significa che tutti e due i contendenti hanno torto.

Si perde più tempo a discutere di cose insignificanti perché alcuni di noi sanno più in merito a queste che non in merito alle cose importanti.

Ci si persuade meglio, di solito, per le ragioni che si sono trovate da soli che per quelle che sono venute in mente agli altri.

Dare a piene mani significa ripartire in tante piccole parti ciò che fu rubato a grandi braccia.

Nessuno conosce bene la vita finché il dolore non ha bussato alla sua porta; chi ha la forza della sofferenza, ha la forza dell'osare.

Spesso avviene che il carnefice è ucciso.

E’ difficile essere un re, ma ancor più difficile è esserne i ministri.

E’ facile essere ricchi ed evitare di mostrarsi orgoglioso, è difficile essere poveri ed evitare di lamentarsi.

Quando un paese è in preda al caos, è una vergogna essere ricchi e ricoprire alte cariche.

Spesso i bei discorsi fanno sì che gli altri smarriscano la nozione di ciò che è bene e di ciò che è male.

L'esperienza è il nome che ciascuno dà ai propri errori. Agire per esperienza è come dire che bisogna essere caduti da un tetto per sapere di che cosa si tratta.

Non c'è maledizione peggiore del non sapersi accontentare, non v'è peccato più grande del desiderio di avere, perciò colui che si accontenta di buon grado sarà sempre sereno.

Quando la gente non teme la forza, allora, come solitamente avviene, la grande forza discende su di essa.

Per chi è chiamato a governare le nazioni e gli imperi, ci sono nove indicazioni cardinali alle quali attenersi: coltivare la propria condotta morale, onorare gli uomini meritevoli, nutrire affetto per la propria famiglia, fare il proprio dovere verso di essa, mostrare rispetto verso gli altri ministri dello stato, identificarsi con gli interessi dell’intero corpo dei pubblici ufficiali, mostrarsi come un padre per il popolo, incoraggiare l’introduzione di tutte le arti utili, usare gentilezza agli stranieri che vengono da paesi lontani, interessarsi del benessere dei principi dell’impero.

Se i subalterni non hanno fiducia nei superiori, governare il popolo è impossibile.

Guidate il popolo con le leggi, dominatelo e controllatelo con minacce di punizione e il popolo cercherà sì di evitare la prigione, ma non avrà alcun senso dell'onore e della vergogna. Guidate con la virtù il popolo e dominatelo e controllatelo con la giustizia e il popolo avrà il senso dell'onore e del rispetto.

Molti sono in grado di istruire processi: ma bisognerebbe fare in modo che di processi non ve ne fossero affatto.

Il popolo deve avere viveri a sufficienza, disporre di un esercito adeguato e avere fiducia nel suo governante.

Non danneggiare chi sta facendo il bene, ma seguilo e impara.

Chi si rifiuta di assistere un ammalato deve essere considerato un assassino.

Se i vecchi ti dicono demolisci e i giovani ti dicono ricostruisci, demolisci e non costruire perché il demolire dei vecchi è costruire, e il costruire dei giovani è demolire.

Estratto da: http://web.tiscalinet.it/ddmirko/giustizia.htm

lunedì 14 gennaio 2013

L'Europa come unione di popoli non esiste

 
L'Europa come unione di popoli
non esiste,
esiste solo l'Europa delle banche
e della finanza.
E questa regna sovrana.

venerdì 11 gennaio 2013

Scie chimiche a Cuba

Che le piogge del dio della pioggia siano trattenute nell’alto
E laggiù non sgorghi acqua dalle sorgenti.
Che il vento soffi ed inaridisca il suolo;
si addensino nel cielo le nubi, ma che non scenda da esse una sola goccia d’acqua.
(Atra-Hasis, La storia babilonese del Diluvio)

Sull'ultimo numero del periodico El Moncada, rivista dell'Associazione nazionale di amicizia Italia-Cuba, è stato pubblicato un articolo intitolato "L'arma segreta del clima - Gli sviluppi del progetto HAARP, il clima di Cuba e del mondo".

L'inchiesta, a firma di Mirco Botteghi, è una documentata ed esauriente cronistoria delle manipolazioni climatiche attuate dagli Stati Uniti a danno di Cuba sin dagli anni '60 del XX secolo. Il dossier cita correttamente documenti ufficiali (Owning the weather in 2025, Controllare il tempo entro il 2025, lo Space preservation act del 2001, con l'elenco delle varie armi esotiche per manipolare il clima e l'atmosfera) e si riferisce agli studi di Michael Chossudowsky, Controllo del clima a scopi militari, del generale Fabio Mini etc.

Alcuni aspetti dell'articolo meritano di essere evidenziati: in primo luogo sono ricordati gli attacchi biologici che furono sferrati negli anni '60, allorquando si diffuse il flagello del Thrips, insetto nocivo, tra le coltivazioni di patate. Inoltre gli avvistamenti di aerei chimici si intensificarono nel 1996, lo stesso anno in cui furono scorti dei tankers, mentre rilasciavano abbondanti scie venefiche nei cieli di Hispaniola, cittadina del Canada. Un pilota della compagnia aerea Cubana osservò: "Un velivolo statunitense che diffondeva sostanze sconosciute sotto forma di una nebbia bianco-grigiastra."

Nel 1998 e nel 2004 lo stato caraibico fu colpito da terribili siccità che causarono danni ingenti all'agricoltura ed all'allevamento. Il 2004 è l'anno in cui fu completato e collaudato il sistema H.A.A.R.P. con tutte le sue 180 antenne. Tale sistema è entrato a pieno regime nel marzo di quest'anno. Anche il nesso tra moria delle api, (il cui numero è diminuito per via di una micidiale sinergia tra aerosol ed elettromagnetismo) e commercializzazione, obtorto collo, di sementi geneticamente modificate, è messo in luce nell'articolo.

L'autore, deplora il fatto che, mentre si stanno attuando operazioni con biechi fini militari, economici e politici, la popolazione mondiale venga distratta con l'intrattenimento di massa basato su sciocchezze, spettacolarizazzione della cronaca, informazione menzognera sulle guerre "umanitarie". Botteghi afferma che, mai come in questi tempi è necessario "disturbare il manovratore ed ognuno di noi deve fare la sua parte". Possiamo soltanto sottoscrivere.

Si ringrazia il gentilissimo ed infaticabile Dottor Ginatta per la segnalazione.

Fonte: tankerenemy.com/

=============================================================

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UN BLOG ALLA SCOPERTA DELLE PROPRIE IDEE

"La verità non è il bene assoluto, ma ciò che noi, in coscienza, nel corso di una nostra personale ricerca, e a seconda del livello di evoluzione e consapevolezza raggiunti, di volta in volta preferiamo ed eleggiamo come tale".


Follow us on FB!

Havana time

Rome time

Tourism in Cuba (video)

Related videos

Loading...

POST PIU' POPOLARI

SLIDESHOW

GET LOGO OF CUBA-ITALIA BLOG

Aggiungi il widget di Cuba-Italia blog al tuo sito. COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE CODICE e aggiungilo come gadget HTML/JAVA SCRIPT (piattaforma Blogger):

<a href="http://cuba-italia.blogspot.com">
<img src="http://i1006.photobucket.com/albums/af182/giorgi-one/
LOGO_blog_7_little_crop.jpg" alt="Logo Cuba-Italia blog"
border="0" /></a>

Ed ecco come apparirà il logo sul tuo sito o blog:

Logo Cuba-Italia blog

Se hai un sito o un blog e sei interessato allo scambio link, scrivimi una EMAIL con il codice del tuo banner.

Recent Posts