giovedì 15 settembre 2011

Questa manovra è passata...avanti un'altra!

Senato semi-deserto in occasione della discussione delle manovra economica.
Sarebbe questa la nostra democrazia o la prova invece che oggi tutto viene
 deciso da altri in altri luoghi? I veri giochi politici e di potere ormai si giocano al
 di fuori dei Parlamenti nazionali e gli scranni vuoti del Senato durante la 
 discussione di questa manovra ne sono l'emblema: quello della fine
della democrazia rappresentativa nel nostro paese.

La manovra è passata. Ora scommettiamo che, dopo aver placato momentaneamente la sua fame, se non muterà drasticamente la situazione politica, la speculazione dei mercati contro il nostro paese riprenderà a breve termine come o più di prima? Quante altre manovre, 10, 100, 1000, serviranno prima che la famelica avidità dei mercati e della finanza si plachi? L'Italia ha accettato le regole spietate del capitalismo e queste sono le conseguenze da pagare, prima o dopo. Alcuni politici del Pdl, quasi fossero agenti di borsa, continuano a fare un ragionamento a mio avviso sbagliato quando affermano che il dissesto finanziario dell'Italia è sovrastimato perché interessa solo il debito pubblico e non quello privato. Dicono questa cosa da anni e dove ci hanno portato? Formigoni sostiene che a sbagliare sono i mercati, i quali dovrebbero sommare i 2 debiti e rendersi conto che l'Italia è un paese più solido e affidabile di quello che pensano. Ma che ragionamento è? Allora perché non facciamo pagare la voragine del debito in proporzione, oltre che alle famiglie, prima di tutto ai multimiliardari nostrani come Marchionne, Elkann, De Benedetti, Berlusconi, Montezemolo, Marcegaglia, Profumo? Se fosse vero che i privati stanno così bene a livello finanziario, allora perchè il governo non impedisce ad imprenditori come Marchionne di continuare a chiudere stabilimenti? No la situazione italiana è molto più seria delle facce serie di Sacconi e Alfano in tv e di come ce la dipingono. O l'Italia fa una rivoluzione prima di tutto morale, dove si cambia veramente, o è meglio che esca dall'Euro, perchè non ne è degna, visto il dissesto finanziario in cui versa. Altro che settima potenza economica mondiale! Come ultimi della classe saremmo in buona compagnia: Grecia, Irlanda, Portogallo, Spagna...tutti paesi bellissimi che evidentemente qualche demone della finanza mondiale vuole affossare per comprarseli a poco prezzo e renderli schiavi. E forse questo la dice lunga anche sulla provenienza degli attacchi speculativi...Non svendiamo così i nostri paesi, la nostra sovranità, la nostra dignità, difendiamoci con orgoglio rifiutando le offerte d'acquisto al ribasso. Ci sono cose che il denaro non potrà mai comprare!

Nessun commento:

Posta un commento

=============================================================

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UN BLOG ALLA SCOPERTA DELLE PROPRIE IDEE

"La verità non è il bene assoluto, ma ciò che noi, in coscienza, nel corso di una nostra personale ricerca, e a seconda del livello di evoluzione e consapevolezza raggiunti, di volta in volta preferiamo ed eleggiamo come tale".


Follow us on FB!

Havana time

Rome time

Tourism in Cuba (video)

Related videos

Loading...

POST PIU' POPOLARI

SLIDESHOW

GET LOGO OF CUBA-ITALIA BLOG

Aggiungi il widget di Cuba-Italia blog al tuo sito. COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE CODICE e aggiungilo come gadget HTML/JAVA SCRIPT (piattaforma Blogger):

<a href="http://cuba-italia.blogspot.com">
<img src="http://i1006.photobucket.com/albums/af182/giorgi-one/
LOGO_blog_7_little_crop.jpg" alt="Logo Cuba-Italia blog"
border="0" /></a>

Ed ecco come apparirà il logo sul tuo sito o blog:

Logo Cuba-Italia blog

Se hai un sito o un blog e sei interessato allo scambio link, scrivimi una EMAIL con il codice del tuo banner.

Recent Posts