sabato 23 luglio 2011

Norvegia sotto tiro: dopo l'autobomba a Oslo, strage in un campo estivo, 84 morti



E' arrivato in barca, si è finto poliziotto, li ha radunati con una scusa e ha fatto fuoco.

Norvegia, 23 luglio 2011 - Le immagini dall'isola di Utoya dove un 32enne norvegese  legato all'estremismo di destra ha iniziato a sparare all'impazzata in un campo estivo del partito laburista. Un'ora e mezzo prima, un'autobomba nel centro di Oslo ha ucciso sette persone. 


Tragedia a Oslo: 91 morti, arrestato l’attentatore
Anders Behring Breivik,
l'attentatore arrestato.

Una bomba nel cuore di Oslo: sono 91 i morti in Norvegia. L'attentatore è un etremista di destra.


Una delle situazioni più gravi dalla Seconda Guerra Mondiale ad oggi: così è stata definita la catastrofe che ha colpito la Norvegia nella nottata. Sono saliti a 91 i morti: un bilancio terribile per una nazione non abituata a queste realtà e che ha sempre vissuto nella calma e nella tranquillità sociopolitica. Sono 7 i morti dell’esplosione nel centro della capitale norvegese, mentre 84 sono morti durante la sparatoria sull’isola di Utoeya. L’accusato è un attentatore ultranazionalista, islamofobo.

La polizia scandinava ha assicurato che il colpevole è stato già arretato e si trova sotto interrogatorio adesso: si tratta di un cristiano fondamentalista, Anders Behring Breivik, trentaduenne arrestato immediatamente dopo il duplice attacco. Si è definito da sè cristiano e conservatore, quasi per giustificare il suo atto di violenza: coltiva l’hobby della caccia e l’interesse per i videogiochi di guerra e probabilmente sarà proprio il videogioco ad essere usato come capro espiatorio appena possibile. È un uomo di estrema destra e lo si evince guardando anche la sua pagina Facebook dove pubblicava i suoi scritti: ostile verso le società multiculturali ha cercato di risolvere le problematiche con le sue mani. Con le sue mani ha anche costruito gli ordigni usati per l’attentato al cuore di Oslo: Breivik, infatti, lavora in un’azienda agricola biologica che gli ha dato accesso a sostanza chimiche, alla base dei suoi ordigni quindi.   Il ministro della Giustizia, Knut Storberget, ha annunciato che per ora non c’è motivo di allertare il popolo perché il pericolo è dietro le sbarre.

Il Premier norvegenese Jens Stoltenberg ha nel frattempo dichiarato di non aver mai visto qualcosa di così grave nel suo Paese: non ci sono speculazioni sull’avvenuto e l’arresto sarà sicuramente circoscritto a quell’unica persona fino ad ora fermata, unico colpievole del tutto. “Un incubo e una tragedia nazionale” ha ribadito Stoltenberg.


Fonte

Nessun commento:

Posta un commento

=============================================================

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UN BLOG ALLA SCOPERTA DELLE PROPRIE IDEE

"La verità non è il bene assoluto, ma ciò che noi, in coscienza, nel corso di una nostra personale ricerca, e a seconda del livello di evoluzione e consapevolezza raggiunti, di volta in volta preferiamo ed eleggiamo come tale".


Follow us on FB!

Havana time

Rome time

Tourism in Cuba (video)

Related videos

Loading...

POST PIU' POPOLARI

SLIDESHOW

GET LOGO OF CUBA-ITALIA BLOG

Aggiungi il widget di Cuba-Italia blog al tuo sito. COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE CODICE e aggiungilo come gadget HTML/JAVA SCRIPT (piattaforma Blogger):

<a href="http://cuba-italia.blogspot.com">
<img src="http://i1006.photobucket.com/albums/af182/giorgi-one/
LOGO_blog_7_little_crop.jpg" alt="Logo Cuba-Italia blog"
border="0" /></a>

Ed ecco come apparirà il logo sul tuo sito o blog:

Logo Cuba-Italia blog

Se hai un sito o un blog e sei interessato allo scambio link, scrivimi una EMAIL con il codice del tuo banner.

Recent Posts