lunedì 4 luglio 2011

''Massacrato dai poliziotti mentre già ero sulla barella''



4 luglio 2011 

La testimonianza di Fabiano Di Berardino della rete Global Project ed esponente del centro sociale bolognese Tpo ferito durante gli scontri in Val di Susa e denunciato a piede libero: "Dicevano 'ti ammazziamo', mi hanno rovesciato addosso dell'urina lasciandomi sotto il sole per tre ore" .

Ecco cosa fanno gli 'scagnozzi' di Maroni: spezzano le gambe di chi è fermo a terra, danno calci sui testicoli, sprangate sul naso con tubi di ferro, senza contare sputi in faccia e urina versata addosso. Che bell'esempio di professionalità da parte di rappresentanti dello 'Stato' e di rispetto delle leggi, non è vero, Sig. Maroni? Questi poliziotti se non arrivano ad uccidere, poco ci manca: ti picchiano a sangue e ti riducono in fin di vita. Perchè loro possono farlo e restare impuniti? Ma le leggi, Sig. Napolitano, non dovrebbero essere uguali per tutti? Se ci sono gli estremi per l'arresto che lo facciano, poi ci penserà il giudice...Ma questi si fanno giustizia, anzi vendetta, da soli e in modo sommario...Questo ragazzo che nel video porta la sua testimonianza, è stato salvato giusto in tempo dai sanitari...I poliziotti l'avevano ridotto molto male e, gliel'hanno detto più volte, l'avrebbero ucciso...E infatti ci sono andati molto vicino...A proposito dell'accusa di tentato omicidio da Lei ipotizzata, Sig. Maroni, nei confronti dei manifestanti, questo dimostra quanto la sua visione della realtà e della violenza sia a senso unico: da una parte le guardie, ovvero lo 'Stato', che sta sempre dalla parte giusta, mentre dall'altra ci stanno i ladri...Perchè sono sempre gli altri - non è vero Sig. Maroni? - ad essere criminali...E Lei, Presidente Napolitano, si rende conto ora da che parte sta di casa la violenza? E' insita nel tipo di addestramento dei poliziotti anti-sommossa, cani mastini dello 'Stato' che Lei rappresenta. Dovrebbe allargare le sue vedute e la sua indignazione a 360 gradi, perchè in uno scontro, specie se ad armi pari come dovrebbe essere, la violenza abbraccia sempre entrambe le forze in campo: ora le da uno e l'altro le prende, ora il contrario. In una lotta si è sempre in 2, ma chissà perchè Lei sta sempre e solo da una parte, quella delle forze dell'ordine. Perchè invece non condanna la violenza e basta, da qualsiasi parte essa arrivi? Da un arbitro al di sopra delle parti, come spesso viene dipinto il Presidente della Repubblica, ci si aspetterebbe almeno questo, in mancanza di meglio...

E quella di Fabiano da Bologna sarebbe la faccia di uno dei pericolosi black bloc, criminali che il ministro Maroni vorrebbe vedere sul banco degli imputati per tentato omicidio? No, è la faccia di un giovane normale, come tanti del nostro tempo, eroi sì, perchè sanno che quando vanno a manifestare rischiano di essere massacrati di botte. E perciò si difendono come possono, con caschi da moto, scudi improvvisati di plastica, fionde, biglie, sassi; le bottiglie di ammoniaca incriminate e tanto sbandierate da Maroni sono solo l'estrema razio di qualche esagitato, non certo la norma. Poi si sa, se la polizia vuole gettare fango su qualcuno trova sempre un motivo per farlo, anche se sei la persona più normale del mondo. Chi non ha una multa non pagata, chi non ha scaricato qualche file illegale da Internet, insomma chi non ha mai violato una tra le milioni di leggi e leggine in vigore nel nostro paese?
Il problema è un altro...Questo episodio della Val di Susa, come ha detto Bonelli dei Verdi, rischia di mettere in ombra le sacrosante ragioni della protesta.

Perchè lo fanno? Le ragioni specifiche dei No TAV sono note da anni: il finanziamento del progetto da parte UE è appena del 10%, mentre il restante 90% lo dovranno tirar fuori i cittadini italiani con le loro tasse per decenni; un progetto sostanzialmente inutile perchè esiste già un'autostrada che passa vicino al percorso previsto per la TAV; la distruzione di 14 km di territorio boschivo di rara bellezza paesaggistica e utilità ecologica. Ma quei giovani lo fanno anche per esprimere un dissenso più ampio, per far nascere un'idea alternativa di società in parte ancora in nuce, basata su un progetto di mondo diverso, di decrescita ecocompatibile, di ritorno ad una vita in armonia con la natura, sicuramente meno comoda ma più felice...Forse sono idee un pò utopiche e ancora un po' confuse ma di certo condivise dalla maggioranza della gente che, per vari motivi, non può permettersi di scendere in piazza a manifestare. E' questa condivisione la cosa importante, perchè se siamo in tanti a volere una cosa, anche un'idea apparentremente utopica si puo' realizzare, trasformarsi in realtà. E' questo quello che i politici nostrani si ostinano a non capire e, sebbene aver a che fare con l'utopia dovrebbe essere parte integrante del loro mestiere, dimostrano invece ad ogni occasione un'assoluta mancanza di intuizione e fantasia.

Fabiano da Bologna per fortuna non è morto, anche se ci è andato vicino, a differenza di altri giovani, come Cucchi o Aldrovandi, che la polizia, in altre occasioni, ha massacrato fino a causarne il decesso...Come Fabiano, tra i boschi della Val di Susa, sono stati sicuramente in tanti i contestatori feriti negli scontri con la polizia, solo che la stragrande maggioranza di loro non s'è presentato in infermeria per essere medicato, perchè chiunque l'avesse fatto sarebbe stato arrestato. E quindi i media hanno conteggiato solo i 188 feriti tra i poliziotti, facendo immaginare chissà quale potenza di fuoco e guerriglia organizzata da parte dei manifestanti, addirittura insinuando un complotto internazionale ad opera dei famigerati black bloc, come fossero dei mercenari assoldati dall'estero per venire a casa nostra a fare il lavoro sporco. Invece i poliziotti evidentemente andavano a farsi medicare con una certa facilità a giudicare dall'alto numero di feriti conteggiati tra le forze dell'ordine. Sono convinto che questo conteggio falsato dei feriti abbia tratto in inganno tutti fin dall'inizio, compreso il Presidente Napolitano, che avrà pensato chissà quali azioni di stampo terroristico premeditato i manifestanti della Val di Susa avessero messo in atto.

Si tratta invece soprattutto di giovani nostrani come Fabiano, quelli che la politica non ascolta più, che non offre loro prospettive future, che non ne interpreta il disagio. Si tratta di giovani e meno giovani che non intendono più accettare passivamente la deriva antidemocratica del nostro paese e che si arruolano volontaramente in quell'esercito variegato di gente normale che dice no coi fatti, con la loro semplice presenza paziente e inesauribile alle manifestazioni (che sono prevalentemente pacifiche il 99% delle volte). Dicono no alla distruzione di quella preziosa risorsa che è il territorio naturale, alla corruzione dei politici malati di vitalizio, alla disperata carestia di lavoro e futuro che interessa trasversalmente tutte le generazioni del nostro tempo ma in particolare quelle più giovani, quelle con ancora una vita-non-vita davanti a sè.

Sig. Maroni, si rende conto che contro giovani come Fabiano, che siano definiti eroi o criminali, italiani o stranieri poco importa, contro questi giovani che agiscono per idealismo e non per soldi e che sono in tanti, i suoi poliziotti prezzolati, che marcano visita al primo graffio, alla lunga non potranno mai vincere?

Nessun commento:

Posta un commento

=============================================================

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UN BLOG ALLA SCOPERTA DELLE PROPRIE IDEE

"La verità non è il bene assoluto, ma ciò che noi, in coscienza, nel corso di una nostra personale ricerca, e a seconda del livello di evoluzione e consapevolezza raggiunti, di volta in volta preferiamo ed eleggiamo come tale".


Follow us on FB!

Havana time

Rome time

Tourism in Cuba (video)

Related videos

Loading...

POST PIU' POPOLARI

SLIDESHOW

GET LOGO OF CUBA-ITALIA BLOG

Aggiungi il widget di Cuba-Italia blog al tuo sito. COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE CODICE e aggiungilo come gadget HTML/JAVA SCRIPT (piattaforma Blogger):

<a href="http://cuba-italia.blogspot.com">
<img src="http://i1006.photobucket.com/albums/af182/giorgi-one/
LOGO_blog_7_little_crop.jpg" alt="Logo Cuba-Italia blog"
border="0" /></a>

Ed ecco come apparirà il logo sul tuo sito o blog:

Logo Cuba-Italia blog

Se hai un sito o un blog e sei interessato allo scambio link, scrivimi una EMAIL con il codice del tuo banner.

Recent Posts