domenica 15 maggio 2011

Cile: dopo l'approvazione del progetto HidroAysen, forti proteste popolari contro le dighe dell'Enel in Patagonia (+ video)


La Commissione ambientale della regione meridionale dell’Aysen ha approvato con undici voti a favore e uno contrario il progetto “HidroAysen”, che prevede la costruzione di cinque dighe sui fiumi Pascua e Baker, nella Patagonia cilena. L’energia prodotta dagli impianti idroelettrici per un totale di 2.750 megawatt, dovrebbe poi essere trasportata a 2.300 chilometri di distanza, verso Santiago del Cile e il suo distretto industriale, tramite una linea di trasmissione composta da 6mila torri alte 70 metri che attraverserà nove regioni, sei parchi nazionali e 67 comuni e che nei prossimi mesi dovrà passare il vaglio delle competenti autorità ambientali.

“Enorme delusione” è stata espressa dalla Campagna italiana Patagonia senza Dighe, una delle numerose organizzazioni internazionali riunite nel Consiglio di difesa della Patagonia cilena, da mesi impegnata in un’opera di sensibilizzazione contro il controverso progetto. Le organizzazioni denunciano l’impatto ambientale delle dighe, che una volta realizzate sommergeranno ben 5.600 ettari di un raro ecosistema forestale, con impatti socio-ambientali enormi per una delle aree di maggior pregio naturalistico del Pianeta.

Non solo, il Consiglio di difesa della Patagonia cilena denuncia “interessi nascosti” dietro l’obiettivo pubblicamente dichiarato di rifornire di energia ‘verde’, in un paese che potrebbe ricavare energia dall’oceano e dal sole con maggior facilità. Sono prevalentemente interessi economici, secondo il Consiglio, a motivare la costruzione delle dighe.

L’italiana Enel è capofila del progetto “HidroAysen”, tramite la sua controllata Endesa. L’Enel controlla già i diritti dell’acqua dei fiumi del sud del Cile sulla base di leggi risalenti al periodo della dittatura di Augusto Pinochet. Da mesi è in corso una mobilitazione popolare per recuperare questi diritti a favore della popolazione cilena.
 

(10 maggio 2011, Fonte: Rainews24 )

L'Italia dei corruttori sbarca in Patagonia cilena

L'Italia di oggi, o quantomeno la sua faccia peggiore, quella del potere imprenditoriale e delle joint-ventures, attraverso l'apparente faccia pulita dell'Enel, ha deciso di esportare all'estero la sua malefica abitudine di fregarsene della volontà popolare e dell'ambiente e ha deciso, in nome del business, la distruzione della Patagonia cilena, uno dei posti più belli al mondo. Questi sapientoni non hanno capito ancora niente del nostro pianeta e vogliono cambiarlo! La Patagonia è meravigliosa, ha un paesaggio naturale unico al mondo...Lasciatela stare così com'è, insensati! Le grandi opere non riuscite a farle in Italia a causa dell'opposizione popolare e degli enti locali, e così pensate bene di farle all'estero? Non siete che dei neocolonialisti! 

Forti proteste popolari contro le dighe in Patagonia (video)

Ambientalisti in piazza in Cile per cercare di bloccare il piano idroelettrico in Patagonia. Almeno 30mila persone hanno protestato venerdì sera a Santiago: si è trattato della manifestazione più imponente degli ultimi anni.

Lunedì il progetto Hidroaysen, che mira a costruire cinque dighe sui fiumi Baker e Pasqua, è stato approvato a livello amministrativo.

Gli ecologisti temono danni per l’ambiente.

La manifestazione si è svolta senza incidenti, ma ci sono stati momenti di tensione e di scontri con la polizia, che ha dovuto usare idranti e gas lacrimogeni per contenere e disperdere i gruppi più agitati.
Grazie al progetto, il governo punta ad aumentare del 20 per cento la produzione di elettricità, ma per gli ecologisti sarebbe rovinata una delle ultime terre vergini del pianeta.


Nessun commento:

Posta un commento

=============================================================

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UN BLOG ALLA SCOPERTA DELLE PROPRIE IDEE

"La verità non è il bene assoluto, ma ciò che noi, in coscienza, nel corso di una nostra personale ricerca, e a seconda del livello di evoluzione e consapevolezza raggiunti, di volta in volta preferiamo ed eleggiamo come tale".


Follow us on FB!

Havana time

Rome time

Tourism in Cuba (video)

Related videos

Loading...

POST PIU' POPOLARI

SLIDESHOW

GET LOGO OF CUBA-ITALIA BLOG

Aggiungi il widget di Cuba-Italia blog al tuo sito. COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE CODICE e aggiungilo come gadget HTML/JAVA SCRIPT (piattaforma Blogger):

<a href="http://cuba-italia.blogspot.com">
<img src="http://i1006.photobucket.com/albums/af182/giorgi-one/
LOGO_blog_7_little_crop.jpg" alt="Logo Cuba-Italia blog"
border="0" /></a>

Ed ecco come apparirà il logo sul tuo sito o blog:

Logo Cuba-Italia blog

Se hai un sito o un blog e sei interessato allo scambio link, scrivimi una EMAIL con il codice del tuo banner.

Recent Posts