domenica 20 febbraio 2011

Incontro segreto tra Berlusconi e Chiesa cattolica all'insegna del secolare pragmatismo vaticano


Incontro Berlusconi-Bertone. Il "do ut des" della Cei: il premier gode...e il cardinale pure.

20 febbraio 2011 - Le precisazioni del Vaticano per ridimensionare gli entusiastici commenti di Silvio Berlusconi sull’incontro di venerdì scorso a Villa Borromeo tra Italia e Santa Sede in occasione della cerimonia per i Patti Lateranensi lasciano il tempo che trovano.

Il presidente della Cei Bagnasco ha parlato di”Incontro di prassi”. Ma la soddisfazione del premier non era campata in aria. Perché la cerimonia per i Patti Lateranensi di venerdì è stata preceduta (prima che giungesse il presidente Napolitano) da un incontro riservato tra Silvio Berlusconi e Tarcisio Bertone che ha chiesto (e subito ottenuto dal capo del governo) garanzie su legge del “fine vita”, adozione dei single, soldi alle scuole cattoliche, crocefisso.

Quindi, se è vero che il Cardinale Bagnasco era visibilmente imbarazzato nel sedere accanto a un premier gravato dal Ruby-gate e dalle conseguenti vicende giudiziarie, è altrettanto vero che a prevalere è stato il secolare realismo e il fattivo pragmatismo della Chiesa in un proficuo “do ut des”.

Berlusconi ha ottenuto il riconoscimento di essere il “legittimo” capo del governo e il Vaticano, in cambio, ha … “battuto moneta”, riempiendosi poi le ampie tasche. In definitiva anche la Chiesa fa politica (e che ne dubitava!) e constata, se pur non entusiasticamente, che chi comanda è Berlusconi e che oggi alternative credibili non ce ne sono.

La critica del Vaticano riguarda tutti: in particolare Fini, che ha nominato un radicale ateo e anticlericale come Benedetto Della Vedova a capogruppo alla Camera; Casini, troppo debole, il quale ha comunque fatto sapere di essere stato molto contrariato dalla nomina di Della Vedova; soprattutto il Pd, che subisce Vendola, un gay, o lancia la Bindi, che è cattolica come lo era Prodi: quei cattolici che la domenica vanno a messa, certo, ma che poi sponorizzano leggi come i Pacs o i Dico. Questo pensano oltre Tevere.

Ecco perché, sulla sponda sinistra del fiume dalle bionde acque, il Cavaliere può lisciarsi la folta chioma e, davanti allo specchio, ribadire il più stoico (e paradossale) “Ghe pensi mi”.

(Massimo Falcioni, Fonte)

Nessun commento:

Posta un commento

=============================================================

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UN BLOG ALLA SCOPERTA DELLE PROPRIE IDEE

"La verità non è il bene assoluto, ma ciò che noi, in coscienza, nel corso di una nostra personale ricerca, e a seconda del livello di evoluzione e consapevolezza raggiunti, di volta in volta preferiamo ed eleggiamo come tale".


Follow us on FB!

Havana time

Rome time

Tourism in Cuba (video)

Related videos

Loading...

POST PIU' POPOLARI

SLIDESHOW

GET LOGO OF CUBA-ITALIA BLOG

Aggiungi il widget di Cuba-Italia blog al tuo sito. COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE CODICE e aggiungilo come gadget HTML/JAVA SCRIPT (piattaforma Blogger):

<a href="http://cuba-italia.blogspot.com">
<img src="http://i1006.photobucket.com/albums/af182/giorgi-one/
LOGO_blog_7_little_crop.jpg" alt="Logo Cuba-Italia blog"
border="0" /></a>

Ed ecco come apparirà il logo sul tuo sito o blog:

Logo Cuba-Italia blog

Se hai un sito o un blog e sei interessato allo scambio link, scrivimi una EMAIL con il codice del tuo banner.

Recent Posts