giovedì 18 novembre 2010

Razzismo=Fascismo

Un articolo del 20 agosto 2007 che potrebbe benissimo essere stato scritto oggi e che riporto dall'archivio di repubblica.it. Dimostra una volta di più, se ce ne fosse bisogno, di come sia stato trattato criminalmente il fenomeno immigrazione in Italia negli ultimi anni. Il peggio è che i responsabili intolleranti e fascisti di gesti come questo, gesti di ignobile inumanità e razzismo, sono stati fino ad oggi protetti, istigati, appoggiati politicamente dalla Lega. Il peggio è che non sembra che siano passati già 3 anni, basta vedere come è stato gestito il recente episodio del gruppo di immigrati salito sulla gru, con la stessa inumanità. E nulla cambierà finchè non verrà abolita o adeguata la criminogena legge Bossi-Fini.

--------------------------------------------------------------------------------------

CRONACA

Una voce fasulla diceva che solo nella città friulana sarebbero stati "sanati" i clandestini.
In centinaia fanno domanda per la regolarizzazione, pur non avendo i requisiti.

"Andate a Pordenone, c'è la sanatoria"
Ma è una bufala: 100 espulsi, 15 arresti


PORDENONE - Si sono praticamente autodenunciati. Centinaia di clandestini immigrati a Pordenone, soprattutto ghanesi, sudanesi e nigeriani sono andati a presentare domanda di regolarizzazione agli sportelli della posta di Pordenone pure non avendone i requisiti. Lo hanno fatto perché si era sparsa la voce che tutti i clandestini che presentavano domanda a Pordenone, e solo in quella città, sarebbero stati "sanati". Purtroppo però, la voce era fasulla. Niente sanatoria. Niente possibilità di entrare nella legalità. Risultato: seicento clandestini controllati, cento espulsioni e quindici arresti. Tutto per una tragico inganno. Una bufala crudele che ha gettato nella disperazione chi aveva finito per credere a quelle voci.

Ad accorgersi del fenomeno è stata la Prefettura di Pordenone grazie alla crescita inspiegabile del numero di domande di regolarizzazione, sei volte la norma, agli sportelli postali della città friulana. Dopo tutte quelle domande, sono scattati i controlli. E ai controlli sono seguite le espulsioni per gli increduli clandestini.

Il viceprefetto vicario Maria Rosaria Laganà, insieme al procuratore capo Luigi Delpino e il sindaco Sergio Bolzonello, hanno spiegato che si è trattato di un disegno criminale di qualcuno che ha inteso trarre vantaggio economico dalla disperazione dei clandestini. Alcuni immigrati che hanno presentato domanda nella città, per dare retta alla voce, si sono sobbarcati viaggi lunghissimi da Bari e da Lecce. Molti altri quelli provenienti da Milano, Brescia, Verona e Treviso. Tutti quanti sono passati per gli uffici postali, hanno riempito il kit per la richiesta di regolarizzazione senza essere in possesso dei requisiti. Poi la triste sorpresa.


Il numero di domande, secondo quanto reso noto dalle autorità, è adesso tornato alla normalità dopo che, negli ultimi giorni, gli uffici postali di Pordenone sono stati pattugliati costantemente da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. Le indagini delle autorità sono ora concentrate quale organizzazione può avere diffuso ad arte la voce della falsa sanatoria fra gli immigrati irregolari.

Nessun commento:

Posta un commento

=============================================================

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UN BLOG ALLA SCOPERTA DELLE PROPRIE IDEE

"La verità non è il bene assoluto, ma ciò che noi, in coscienza, nel corso di una nostra personale ricerca, e a seconda del livello di evoluzione e consapevolezza raggiunti, di volta in volta preferiamo ed eleggiamo come tale".


Follow us on FB!

Havana time

Rome time

Tourism in Cuba (video)

Related videos

Loading...

POST PIU' POPOLARI

SLIDESHOW

GET LOGO OF CUBA-ITALIA BLOG

Aggiungi il widget di Cuba-Italia blog al tuo sito. COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE CODICE e aggiungilo come gadget HTML/JAVA SCRIPT (piattaforma Blogger):

<a href="http://cuba-italia.blogspot.com">
<img src="http://i1006.photobucket.com/albums/af182/giorgi-one/
LOGO_blog_7_little_crop.jpg" alt="Logo Cuba-Italia blog"
border="0" /></a>

Ed ecco come apparirà il logo sul tuo sito o blog:

Logo Cuba-Italia blog

Se hai un sito o un blog e sei interessato allo scambio link, scrivimi una EMAIL con il codice del tuo banner.

Recent Posts